Tante sono le attività che vi si svolgono presso Stella Cometa Onlus.

Dalla corrispondenza, all’accoglienza di chi viene a trovarci, dall’amministrazione alla raccolta fondi per le nostre iniziative.

Ad accogliere i visitatori più curiosi e quanti vogliono aiutare che si trova nel bisogno, ci sono i volontari dell’associazione.

I ricavi delle attività verranno i tanti progetti in favore dei poveri e dei bambini a diventare realtà.

Missione 2000

Missione 2000 è il periodico della nostra associazione che raggiunge più di mille benefattori sparsi in tutto il mondo.

È uno strumento di informazione ed evangelizzazione

Nasce ancor prima della costituzione di Stella Cometa Onlus, come foglio informativo dell’Ufficio Missionario Diocesano.

Nel 2004 cambia volto e diventa un trimestrale al servizio dell’Associazione Stella Cometa.

All’interno vengono trattati vari argomenti, lasciando ampio spazio alle notizie dell’Africa.

Fin dalla nascita di Stella Cometa erano presenti nella città di Cosenza volontari della Comunità di Sant’Egidio che chiesero a Don Antonio la disponibilità per organizzare un servizio di distribuzione graturita agli indigenti e migranti del territorio, di abiti e oggetti di vario tipo, che venivano raccolti dai ragazzi stessi della comunità i quali svolgenvano gia questo servizio nella Chiesett di San Rocco, nel centro storico di Cosenza e necessitavano di uno spazio più grande.

Questi giovani volontari hanno poi preso strade diverse, lasciando il posto ai volontari della Stella Cometa.



Dal 2012 nel cuore degli anni della crisi economica in tutto il mondo occidentale e anche a Cosenza e le difficoltà delle persone a potersi curare e a poter comprare i farmaci sono divenuti bisogni crescenti.

Per sopperire a queste nuove povertà, di un intuizione di un medico volontario e dei volontari della farmacia, si è pensato di aprire un piccolo ambulatorio medico multifunzionale completamente gratuito.

L’ambulatorio è diventato un luogo di riferimento per tante personedi diversa nazionalità.

A tutti è offerta un’assistenza medica completamente gratuita.

Nei giorni della tradizionale Fiera di San Giuseppe, si offre ai numerosi migranti giunti in città, assistenza medica.

Il settore impopriamente chiamato “farmacia”, costituito da volontari laici e dalla preziosa collaborazione della Suore della Carità di Maria Bambina, inizia il proprio servizio poco dopo la nascita di Stella Cometa, a sostegno delle missione in Kenya.

Da un mini locale nel sottotetto di un capannone, dell’ex deposito delle ferrovie della Calabria, raggiungibile da una stretta scala di ferro interna, ha inizio l’attività dei volontari di raccolta dei farmaci provenienti da donazione di privati, campionature di studi medici, farmacie e informatori farmaceutici, che venivano poi spediti in pacchi nei paesi poveri.

Inizialmente pochi erano i pacchi pediti da 10 kg ognuno, inviati pre lo più attraverso i volontari che vivevano esperienza missionarie. Con il tempo le spedizioni si sono sicuramente incrementate tanto da avvenire a cadenza mensile e a volte quando richiesti dalle missioni, si spedivano anche abiti da sposa e da prima comunione.

Abbiamo sostenuto missioni in Burundi, Kenya, Bolivia, Nigeria, Camerun, Congo, Afganistan, India, Zaire, Albania fino a Betlemme.

Nel territorio cosentino, intanto, l’opera di Stella Cometa si andava diffondendo rapidamente e la raccolta di farmici aumentava.

Nel 2007si è resa neccessaria una sistemazione nuova in locali un pò più ampi.

Dal 2012, la farmacia è attigua al grande salone dove si svolgono la Santa Messa festiva della parrocchia Santi Pietro e Paolo, le messe conviviali e “In … mensamente Fiera“, la grande Fiera che si svolge a Cosenza nei giorni di San Giuseppe.

All’interno della farmacia un grande grande manifesto, con scritte a mano a caratteri cubitali, recita: “FEDE, AMORE e CARITÀ” è questo lo spirito dei volontari che preparano e spediscono pacchi di medicinali certi di contribuire ad alleviare le sofferenze di tante persone bisognose in città e nel mondo.

L’attività del nostro Banco alimentare ha come obiettivo primario quello di essere un punto di riferimento per persone immigrate che decidono di esprimere la propria situazione di disagio.

Non vuole essere un gesto assistenzialistico ma un opera educativa che pone al centro del uo agire la carità.

Infatti, non è possibile aiutare lo sviluppo di nessun uomo, se non lo si guarda a partire dall’insieme di esigenze ed evidenze fondamentali che lo costituiscono, solo così si può condividere il suo vero bisogno.

Attraverso il colloquio si cerca di far emergere il bisogno, instaurando così una relazione d’aiuto.

Qualche tempo dopo la nascita di Stella Cometa si è pensato di allestire in sede un centro espositivo di oggettini provenienti dal Kenya per realizzare quanche entrata e rimandare il ricavato alla missione nata a Machakos.

Tanti degli oggetti sono stati realizzati grazie ad un microcredito a favore delle donne malate di AIDS ed il ricavato delle vendite è servito e serve a rifinanziare il lavoro oltre che al sostentamento di chi lavora.

La varietà dei manufatti è tale da riuscire ad incontrare i gusti di più persone.

Tanti sono i prodotti di perline di vetro colorato come: rosari colorati, orecchini, bracciali e collane, altri in legno come: crocifissi, segnalibri, piccoli presepi, animaletti, immagini sacre, vasi.

Per maggiore divulgazione, dell’opera missionaria di Stella Cometa in Kenya, si è poi pensato di allestire dei banchetti in alcune Parrocchie e in alcune feste nei Paesi vicini.

Grande risonanza ha avuto, nell’ambito dei festeggiamenti del Natale 2013, il locale affidatoci dal comune di Cosenza in Corso Telesio, nel centro storico cosentino.

Il progetto ha coinvolto le associazioni presenti sul territorio.